Il Blog è da sempre una parte fondamentale del tuo sito web: sono infatti gli articoli con il loro contenuto ad attirare e fidelizzare gli utenti.
Lo strumento HubSpot Blog offre a chi crea contenuti una potente piattaforma adatta a costruire post di valore, ottimizzati grazie ai suggerimenti forniti e quindi perfetti per generare traffico al proprio sito.
Avendo tutti i tool necessari al suo interno, HubSpot ti dà la possibilità di non integrare plug-in che complicano e rallentano il tuo processo.

 

“Le aziende che hanno utilizzato il Blog di HubSpot
hanno incrementato il numero di visitatori al sito di oltre il 250%.”

 

Ecco le “nostre” 8 ragioni per utilizzare HubSpot blogging tool per costruire il tuo blog Inbound:

1. Scrivi, formatta e modifica i contenuti del blog con facilità

HubSpot Blog è intuizione. Grazie al suo “Composer” HubSpot ti consente di aggiungere e formattare tutti gli elementi che compongono l'articolo: titolo, testi, immagini e video. La scheda "Settings" ti consente invece di selezionare autore, campagna, tag tematici, impostare un URL personalizzato e scrivere direttamente la tua meta description.

Tutto questo offrendo suggerimenti utili all’ottimizzazione, avvisandoti ad esempio quando la tua meta description è troppo lunga, oppure segnalandoti se non contiene keyword utili o se tutte le immagini non hanno l'alt text.

La scheda "Publish or Schedule" permette infine di pianificare la pubblicazione sulla base delle proprie esigenze, retrodatando o pianificando l’uscita dell’articolo a proprio piacimento.

HubSpot dà inoltre la possibilità di analizzare l’andamento di ogni post blog pubblicato, tenendo traccia di tutti i dati fondamentali (views, contatti generati da un determinato post, tempo di permanenza medio sulla pagina).

HubSpot Blog, oltre ad essere intuizione, è anche praticità: titoli, sottotitoli, corpo del testo, colori e font sono caratteristiche che si possono impostare in fase di creazione del blog, per avere sempre a disposizione modelli e template già brandizzati e customizzati. Ciò significa che non devi costruire un blog da zero ogni volta.

 

2. Immagini inserite, modificate e di stock

La ricerca dell’immagine perfetta per un blog post è probabilmente la parte più lunga e complessa dell'intero processo di stesura. HubSpot ti dà la possibilità, grazie all’integrazione con Shutterstock, di accedere gratuitamente a 60.000 immagini royalty-free, senza ricorrere a piattaforme esterne ed evitando, quindi, altre onerose iscrizioni.

Fatto il download delle immagini selezionate, queste rimarranno sempre disponibili per l’utilizzo con la possibilità di salvarle o di ritrovarle nella cronologia immagini “Recent Images”.

Una volta inserita l’immagine nel Composer è possibile clonarla e/o lavorarla attraverso tool di modifica intelligenti che consentono, tra le altre funzioni, di impostare le dimensioni per la condivisione sui vari canali social (es. Twitter o Facebook). Potrai dunque ritagliare e ruotare le immagini, aggiungere testo, effetti, miglioramenti, cornici, luci, adesivi, colori, correggere la messa a fuoco e gli occhi rossi.

HubSpot-Shutterstock

 3. Scoprire di più: le CTA

Il primo dei motivi per cui stai "bloggando"  è generare traffico e Lead per la tua azienda. Secondo la metodologia Inbound, attiri i visitatori con contenuti di valori e poi li converti in opportunità.

I visitatori convertono quando la loro attenzione, preliminarmente riposta sull'articolo, “cade” su una call-to-action strategicamente inserita nel corpo del testo. Una CTA può promuovere lo scaricamento gratuito di una guida, un e-book o un determinato contenuto di valore che sia pertinente con il tema dell'articolo che la ospita e crea un percorso che trasformerà i visitatori in effettivi Lead e, a seguire, in veri e propri Customer.

L'editor del blog di HubSpot semplifica la creazione e il collegamento delle CTA. È possibile creare pulsanti semplici o aggiungere altri elementi di design personalizzati, puoi tenere traccia delle prestazioni grazie agli strumenti di analisi o inserire, più semplicemente, CTA pre-create nell’editor CTA Marketing.

Grazie a questo blogging tool, puoi persino personalizzare i tuoi bottoni su ciascun lettore tramite le Smart CTA, per rendere il più possibile empatico e customer-friendly questo percorso.

 

4. Settings: la sezione chiave del tuo Blog.

 La scheda “Settings” è forse una delle sezioni chiave del blog di HubSpot. Composta da più voci ti mette nelle condizioni di modificare le caratteristiche base di ogni articolo:

· Blog Title

La prima informazione che viene richiesta in questa scheda è fondamentale: il Blog Title. È il primo contatto, l’amo che porterà traffico sul tuo blog, deve incuriosire e invogliare l’utente a leggere l’articolo. Per questo un titolo deve essere d’impatto, preciso e invitante, per riuscire a canalizzare l’attenzione del lettore.

· Blog URL

Il secondo step proposto da HubSpot è la possibilità di modificare il Blog URL. È utile ricordare che una URL strutturata in maniera corretta ti aiuta sia nel posizionamento organico, sia nell’incremento del CTR (click through rate).

· Tag, Autori e Campagne

Tag, Autori e Campagne sono tre caratteristiche che servono a segmentare e suddividere in categorie tutti gli articoli del tuo blog. HubSpot ti permette di selezionare e aggiornare tag, autori e campagne preesistenti oppure di crearne di nuovi.

· Featured Image

Il connubio tra immagine e testo è fondamentale. HubSpot, infatti, inserisce nella sezione Settings la possibilità di aggiungere un Featured Image (immagini che saranno visualizzate quando il tuo contenuto sarà condiviso sui social media o sarà visualizzato nel layout della lista di riepilogo). È utile scegliere immagini evocative, che arricchiscano il contenuto testuale, rendendolo ancora più interessante.

· Meta Description

La meta description è uno degli elementi indispensabili per ottimizzare una pagina web in ottica SEO. L’ottimizzazione di questa stringa di testo è quindi fondamentale. In questa direzione HubSpot offre dei suggerimenti utili per perseguire in modo efficace i tuoi obiettivi di performance, come la presenza o meno delle keyword segnalate in precedenza o la lunghezza del testo.

 Hubspot-Blog


5. Ottimizzazione, parole chiave e ricerca

Grazie alla piattaforma di HubSpot puoi ottenere il massimo dai tuoi articoli grazie alle ottimizzazioni automatiche e consigliate.

Le ottimizzazioni fondamentali per il tuo blog sono due:

Ottimizzazione per i motori di ricerca (composta di più suggerimenti)

Ottimizzazione per dispositivi mobile (automatica su HubSpot)

- Ottimizzazione per i motori di ricerca

Durante la scrittura del testo, la piattaforma è in grado di fornirti indicazioni utili per l’attività di SEO in ottica Inbound.

  • Analizza il titolo: da quanti caratteri è composto? È corto o abbastanza lungo?
  • Analizza il contenuto: hai ripetuto abbastanza volte la tua keyword? Il testo è troppo corto?
  • Analizza le immagini: hanno tutte alt-text? Sono presenti troppe immagini?
  • Sono presenti link interni? La meta description è corretta? Sono stati formattati i titoli in H1?

Ponendosi queste domande è in grado di formulare dei suggerimenti utili per massimizzare la prestazione del tuo blog.

- Ottimizzazione per i dispositivi mobili

La maggior parte dei contenuti online vengono fruiti dagli utenti attraverso dispositivi mobile: siano essi social post o contenuti di blog più articolati. Devi quindi essere sicuro che la visualizzazione dei tuoi blog post sia sempre ottimale ed efficace, indipendentemente dallo strumento che i tuoi lettori utilizzeranno per visualizzarlo. HubSpot ti permette di visionare l'anteprima del tuo post in più versioni: mobile, tablet o pc. In questo modo puoi creare, controllare e modificare tutto all'interno della stessa piattaforma.

 

6. Promuovi i tuoi contenuti e integra la condivisione social

Pubblicato il blog, lo step successivo è mostrarlo alle persone giuste, al momento giusto.

Con HubSpot puoi collegare il tuo blog ai tuoi account social in modo estremamente semplice ed intuitivo; abilitando poi la funzione di auto-publishing, i tuoi contenuti verranno automaticamente condivisi sui tuoi canali social non appena saranno pubblicati sul blog.

Grazie a questa integrazione, HubSpot ti offre inoltre la possibilità di pubblicare, retrodatare e schedulare i post sui tuoi profili social direttamente dal "Calendario", selezionando di volta in volta su quali pubblicare.

 

7. Post pubblicazione: analizza le prestazioni e attiva i tuoi utenti

HubSpot integra alla funzione base di modifica grafica e testuale del blog tutta la strategia di Inbound Marketing necessaria in un'unica piattaforma.

Grazie all'accurato monitoraggio dei dati, HubSpot ti consente di controllare rapidamente le performance degli articoli: visualizzazioni totali, iscrizioni al blog, tempo di permanenza medio sulla pagina e bounce rate.

Tutte queste informazioni possono essere facilmente reperibili nella sezione “Performance” di ogni articolo, o più semplicemente nella Dashboard generica del tuo Blog. La Dashboard ti permette di visualizzare sia dati generici, come ad esempio le views, sia dati più specifici, come ad esempio i valori di Top Posts by Views o Top Posts by Click-throughs.

HubSpot ti consente inoltre di mantenere attivi i tuoi utenti: utilizzando il tool per le e-mail personalizzate puoi avvisare automaticamente i tuoi lettori quando pubblichi nuovi contenuti, in modo che non ne perdano nessuno (puoi lasciar scegliere direttamente ai tuoi utenti la frequenza per gli aggiornamenti).

 

Appare già chiaro, da quanto spiegato nell'articolo, come HubSpot ti permetta di avere una visione sempre completa di tutte le attività associate al tuo blog. Ma come intervenire quando un utente, tramite sottoscrizione di una form, diventa un tuo effettivo Lead?

Quello è il momento giusto per affidarsi al CRM gratuito messo a disposizione da HubSpot, ovviamente completamente integrato con la piattaforma di Inbound Marketing: tramite la scheda contatto potrai avere sempre sotto controllo la cronologia delle azioni compiute e le pagine visitate dal prospect interessato, per definire le successive azioni più efficaci della tua strategia di marketing!

Post Correlati