Lo sappiamo, può essere molto difficile riuscire a far emergere il tuo business in un mercato digitale così affollato come quello attuale e generare brand awareness. Sai sicuramente che è necessario aumentare il tuo pubblico online e individuare le modalità migliori per entrare in contatto con nuovi, potenziali clienti, ma con la grande disponibilità di canali di marketing tra cui poter scegliere, potrebbe essere difficile scegliere il percorso d'azione migliore.

Una strada sicuramente efficace per raggiungere questo obiettivo c’è: avere un blog aziendale.

Non tutti gli imprenditori, soprattutto quelli di piccole imprese, riescono a percepire i vantaggi di un blog nel proprio sito web ma in realtà questa scelta rappresenta un modo efficace per aumentare la visibilità online e costruire una relazione con il target di riferimento.

Avere un blog aziendale e pubblicare costantemente contenuti di qualità vuol dire essere in grado di offrire un valore ai lead e ai clienti, il che a sua volta può portare ad un aumento delle conversioni, delle vendite e della fidelizzazione dei clienti. In una corretta strategia di Inbound Marketing questo si traduce con l’analisi, lo studio e lo sviluppo delle buyer persona di riferimento per il proprio mercato. Le buyer persona sono profili dettagliati dei clienti tipo, veri e propri archetipi che comprendono non solo le caratteristiche socio-demografiche e geografiche dei customer ideali, ma anche interessi, desideri, abitudini e quante più informazioni possibili. Conoscere il pubblico a cui ti rivolgi, quali sono le sue problematiche e i suoi bisogno, le sue sfide e i suoi sogni, ti aiuta infatti a progettare contenuti di reale valore e interesse.

 

Come migliorare la brand awareness della tua azienda con il tuo blog aziendale

I blog aziendali offrono infatti molti vantaggi alle aziende che vogliono migliorare la loro brand awareness e aumentare le vendite.

I consumatori possono trovare molti elementi di interesse nella consultazione delle informazioni contenute nei blog post; le persone amano leggere e trovare sempre nuovi argomenti da apprendere, sia che stiano leggendo per imparare a risolvere un problema specifico, o per capire come fare qualcosa, o semplicemente per rimanere informate su un certo argomento.

Più della metà degli utenti internet legge articoli di blog almeno una volta al mese e questo dato è in continua crescita. Oggi, le opzioni disponibili per trascorrere del tempo online sono sempre di più (programmi televisivi in streaming, chatting con gli amici, internet ecc) ed è piuttosto significativo che molti di questi utenti usino il proprio tempo per cercare e leggere i loro blog post preferiti. Questo indica che i clienti sono alla ricerca continua di contenuti rilevanti e facili da consultare.

Per quanto detto fino a qui, se il tuo obiettivo è quello di coinvolgere i tuoi consumatori e convincerli a leggere ciò che hai da raccontagli, dovrai assicurarti che i contenuti del tuo blog aziendale forniscano un valore immediatamente percepibile e un’utilità concreta. Questo significa andare oltre i tradizionali messaggi di marketing (evitando, per esempio, di parlare del tuo marchio come se fosse il migliore in assoluto) e scrivere di argomenti che possono aiutare i tuoi utenti a risolvere un loro problema o migliorare la loro esperienza.

Se non disponi di qualcuno che sia in grado di produrre di contenuti di qualità per il blog, puoi valutare di affidare questo lavoro a un'agenzia di marketing digitale in grado di garantire che ogni parte del contenuto prodotto sia rilevante per il target di riferimento.

New Call-to-action

I contenuti utili del blog possono influenzare le conversioni

Un altro modo in cui il blogging aziendale può influire sulle vendite della tua azienda è nelle conversioni. Trasformare i visitatori in lead e i lead in clienti non è un processo facile, tuttavia, il tuo blog aziendale può aiutarti a realizzare quella parte di lavoro di marketing necessario per guidare i clienti nelle singole fasi del loro funnel di acquisto.

La chiave più efficace per guidare le conversioni tramite i contenuti del tuo blog è la conoscenza profonda del tuo pubblico. Questo vuol dire che la tua azienda deve conoscere molto bene le proprie buyer persona e saper scrivere di temi rilevanti per loro, fornendo elementi utili per proseguire nella loro ricerca.

Conoscere il tuo pubblico ti aiuta anche a scrivere per attrarre nuove lead appartenenti al tuo target di riferimento, attraverso un tono di voce opportuno e un linguaggio mirato, cercando di coinvolgere i consumatori in tutto il buyer's journey. Anche se il tuo obiettivo finale è quello di ottenere una conversione, è comunque indispensabile coinvolgere i tuoi clienti in ogni fase del funnel Inbound se si vuole che si spostino dallo status di "visitatore” a quello di "lead" e da "lead" a cliente.

Ricorda che chi si trova nella fase di awareness e che ha appena iniziato a capire che potrebbe avere un problema da risolvere, deve poter leggere contenuti del blog diversi da coloro che si trovano nella fase decisionale. Ecco una breve indicazione di ciò che questo comporta per il tuo business:

  • Top-of-funnel: i contenuti del blog Top-of-funnel dovrebbero concentrarsi sui problemi del tuo target di riferimento e lavorare per spiegare e affrontare le loro sfide più importanti.
  • Middle-of-funnel: i contenuti del blog mirati al middle of the funnel devono concentrarsi su come aiutare i consumatori a comprendere le potenziali soluzioni ai loro problemi.
  • Il Bottom-of-funnel è la spinta finale verso la conversione, in cui concentrarsi sul perché il tuo marchio è la migliore opzione per aiutare i consumatori a risolvere le loro sfide.

Per sfruttare al meglio il tuo blog e influenzare il maggior numero di conversioni, devi scrivere in modo coerente con tutta la tua comunicazione aziendale. Questo non significa solo aggiornarlo regolarmente, ma anche pubblicare spesso nuovi contenuti. I sondaggi infatti mostrano che la frequenza di blogging può avere una conseguenza diretta sui tassi di acquisizione dei clienti.

Quanto più spesso si pubblica sul proprio blog aziendale, tanto più è probabile che si acquisiscano nuovi potenziali clienti. Alle persone piace leggere e imparare da contenuti di grande qualità, ma è altrettanto importante sottolineare che anche per i motori di ricerca il numero complessivo di articoli è rilevante. Quanto più messaggi si creano, tanto maggiori sono le pagine di contenuto qualitativamente valide per il ranking e l’indicizzazione dei motori di ricerca come Google.

HubSpot ha misurato che le aziende che pubblicano 16 o più blog post al mese (4 a settimana) registrano un traffico di 3,5 volte superiore rispetto a quelle che si limitano a pubblicare contenuti di blog da 1 a 4 volte al mese.

Ogni impresa è alla ricerca di nuovi modi per indirizzare traffico verso il proprio sito web. Anche se esistono strategie a pagamento che possono aiutare in questo senso (come gli annunci PPC, gli annunci Google Display o le attività di Social Media Marketing) l'obiettivo è di massimizzare la quantità di traffico organico, o gratuito, proveniente dai motori di ricerca come Google. Questo è particolarmente importante per le piccole imprese che lavorano con budget limitati per il marketing digitale.

L'unico modo per aumentare il traffico organico è allora quello di concentrarsi su strategie di ottimizzazione per i motori di ricerca e produrre un buon numero di articoli per il blog. Ognuno di questi contenuti contribuisce al numero di pagine indicizzabili del tuo sito web e quindi un’opportunità in più per comparire sui motori di ricerca e posizionarsi più in alto nella pagina dei risultati (SERP).

In aggiunta alla creazione di un maggior numero di pagine indicizzate, i blog post aumentano anche la possibilità di ottenere più link in entrata. Si tratta di link ai tuoi contenuti provenienti da altre fonti. I link in entrata migliorano la tua SEO e aumentano le tue possibilità di essere trovato dai visitatori di altri siti.

I motori di ricerca, inoltre, non sono l'unico spazio in cui puoi lavorare per aumentare il traffico organico al tuo sito. Le piattaforme social come Facebook, Linkedin, Twitter e Instagram forniscono alla tua azienda nuove occasioni per reindirizzare il traffico verso il sito. Oltre a condividere i post del tuo blog sui canali social della tua azienda, potresti anche incoraggiare i tuoi fan e follower a condividere il contenuto con altre persone che potrebbero trovarlo utile.

Per massimizzare l’efficacia potenziale del tuo blog, assicurati di monitorare l’andamento delle statistiche di lettura per vedere quali sono i post più popolari e che sanno generare il massimo coinvolgimento in un determinato periodo di tempo.

Puoi continuare ad aggiornare e ottimizzare questi articoli per aumentarne i volumi di lettura e per farlo puoi migliorare alcuni elementi come il titolo, le immagini e la CTA in modo da poter testare nuove scelte di testo e di impaginato.

I contenuti del blog aiutano a costruire la fiducia verso la tua azienda e ad aumentare la brand awareness pertanto valuta con il tuo team di comunicazione se è possibile dare subito avvio ad un progetto di blogging strutturato e coordinato, i risultati saranno presto visibili e misurabili!New Call-to-action

Post Correlati