Nell’ultimo decennio, Internet e i Social Media hanno radicalmente mutato la diffusione in rete di un brand. Il continuo evolversi del mondo digital, sia in ambito B2C che B2B, ha reso necessarie delle strategie di digital marketing sempre più raffinate e nuove.

Non meraviglia che ogni azienda appaia quindi come una falena digitale vorticante in rete, in cerca del miglior modo di mostrarsi e farsi conoscere agli utenti: stare al passo delle preferenze e dei comportamenti digitali del pubblico è, oggi, una vera regola di sopravvivenza, alla luce anche del continuo aumento della concorrenza, in ogni settore.

Proprio per questo è fondamentale per qualsiasi azienda investire in una corretta ed efficace strategia di web marketing, sfruttando i canali giusti per raggiungere i propri obiettivi.

 

Perché avere una strategia di digital marketing è oggi vitale?

In un’epoca in cui buona parte del processo di ricerca (ed acquisto!) di beni e servizi avviene online, è facile intuire come non avere una strategia di digital marketing corrisponda a perdere un’importante opportunità.

Pianificare una strategia di digital marketing significa innanzitutto porsi delle domande e trovare le risposte strategicamente più adatte a tradurre gli obiettivi di business dell’azienda in un piano d’azione multicanale veramente efficace al massimo. Domande come:

  • Quali sono i nostri obiettivi?
  • A quale target ci dobbiamo rivolgere?
  • Dove possiamo rintracciare gli utenti target?
  • Come veicolare al meglio il nostro messaggio?
  • Quali strumenti e piattaforme è meglio utilizzare?
  • Come si comportano i competitor?
  • Il sito web aziendale è pronto ad ospitare attività di Digital Marketing?

Definire un buon piano di web marketing parte proprio da questi interrogativi e solo dopo aver trovato le risposte giuste saremo pronti per fare uno step ulteriore, lanciando campagne pubblicitarie sui motori di ricerca o sui Social Media, ad esempio.

New Call-to-action

Gli step principali per una efficace strategia di Digital Marketing

Di canali da utilizzare nel digital marketing ce ne sono tanti, ma non tutti sono efficaci allo stesso modo. E soprattutto, al fine di sviluppare una strategia efficace, è necessario andare per gradi, partendo da un'accurata analisi della concorrenza e seguendo poi 4 passaggi fondamentali sui quali si sorregge tutta l’impalcatura di una web strategy di successo.

1. Rendi irrinunciabile il tuo sito

Il sito ci presenta nel modo giusto? I nostri servizi o prodotti sono esposti chiaramente? I nostri plus, ciò che ci rende "migliori" degli altri competitor, sono ben visibili? La grafica è moderna e "attraente"? Il sito è tecnicamente al passo coi tempi? E' responsive? Questi sono solo alcuni degli elementi fondamentali da tenere in considerazione prima di pensare ad un aumento della visibilità aziendale (e di conseguenza ad un incremento sensibile del traffico sul sito!) grazie a campagne pubblicitarie sulla rete.

Dobbiamo prima di tutto renderci conto se il sito è pronto per accogliere gli utenti target, i nostri potenziali clienti, che andremo a raggiungere tramite le campagne di advertising. Altrimenti tutto lo sforzo (soprattutto economico!) sarà del tutto inutile.

2. Lancia campagne pubblicitarie sul web

Pronto il sito, saremo in grado di concentrarci su attività di marketing vere e proprie, come la Search Engine Advertising (pubblicità sui motori di ricerca), attivando magari campagne Google Adwords per raggiungere utenti in base alle loro ricerche su Google o il Social Media Marketing,gestendo i profili social aziendali con piani editoriali dedicati e campagne strutturate di brand Awareness, Lead generation o vendita diretta.

3. Raggiungi e "coltiva" i tuoi potenziali clienti

Tra le attività certamente più efficaci vi è l'Inbound Marketing, una metodologia relativamente "nuova" che  non punta a veicolare un messaggio pubblicitario "diretto", bensì a farsi contattare direttamente dal pubblico target, che si avvicinerà all'azienda spinto da reale interesse verso i contenuti editoriali pubblicati sul blog aziendale, diventando inizialmente semplici contatti e successivamente veri e propri clienti, sfruttando soprattutto gli infiniti processi di automazione offerti dalle piattaforme di Inbound Marketing disponibili sul mercato, come Hubspot ad esempio.

4. Analizza il traffico sul sito

Ottimizzato il sito e lanciate le campagne pubblicitarie sui canali scelti, è altrettanto importante, poi, monitorare il traffico generato sul sito, tenendo in considerazione in particolare:

  • LE SESSIONI DI NAVIGAZIONE - Le sessioni effettive di navigazione generate dagli utenti che arrivano sul mio sito, suddivise per i vari canali di acquisizione (sessioni generate da ricerche degli utenti sui motori, sessioni da campagne Google Adwords, dai social o dalle newsletter, etc...).
  • LA FREQUENZA DI RIMBALZO - Gli utenti atterrano sul mio sito e sono spinti a continuare la navigazione su altre pagine o escono subito?
  • LA DURATA DI SESSIONE MEDIA - Quanto tempo stanno sul mio sito? Ci sono pagine particolarmente interessanti su cui gli utenti si soffermano maggiormente?
  • LE CONVERSIONI GENERATE - Le conversioni prima di tutto rappresentano un obiettivo, che può spaziare dalla compilazione di un semplice modulo di contatto,  all'iscrizione ad un evento, fino all'acquisto diretto di un nostro prodotto o servizio sul nostro e-Commerce. Fondamentale quindi sapere quante conversioni sono arrivate e da quali canali nello specifico. 

Tutte queste metriche (insieme a molte altre, naturalmente, in particolare quelle legate al mondo e-Commerce) è possibile analizzarle attraverso appositi strumenti di monitoraggio come Google Analytics o tool più specifici in grado di mostrare direttamente tramite video la navigazione effettiva dell'utente (dove ha cliccato, su quali elementi o contenuti si è soffermato).

Solo così sarà possibile comprendere realmente come si comportano gli utenti sul tuo sito, da quali canali entrano (ricerche sui motori di ricerca? Campagne Google Adwords? Social media? Facebook o LinkedIn?) e "convertono", scovando al contempo "problemi" di usabilità del sito che non erano stati valutati in precedenza (o a cui non si era dato il necessario peso). 

 

Qualunque sia il settore in cui opera la tua azienda, B2B o B2C, abbiamo tutti bisogno di una strategia di digital marketing completa ed efficace.

New Call-to-action

Post Correlati