Martedì 26 Febbraio il circolo itinerante di FDO – For Disruptors Only ha fatto tappa a Legnano nella sede di Museo Fratelli Cozzi, che ha accolto oltre 150 partecipanti.
Insomma, la disruption dilagante incontra la passione per i motori, ma mica motori qualunque!

Per la precisione quelli delle oltre 50 Alfa Romeo che compongono il cuore della collezione museale. Pezzi unici, fuoriserie… come gli speaker della serata d'altronde!

Introdotti magistralmente da Riccardo Bovetti, partner EY, e guidati con simpatia e professionalità da Germano Lanzoni, sono scesi in pista -pardon- sono saliti sul palco di FDO#7 tre veri protagonisti della disruption:

 

    • Silvia Ricci – cosa dire a una che ha fatto del percorso “dalla tradizione all'innovazione attraverso la formazione dedicata sia ai professionisti che alle maestranze” la propria strategia per proiettare nel futuro l’azienda di famiglia? Emozione e determinazione, sul palco e sul campo, hanno permesso alla Ricci Spa di vincere la sfida che, in questi anni, ha messo a dura prova il settore: coniugare un buon obiettivo economico con un minor impatto ambientale.

    • Paola Papanicolaou - Per Intesa San Paolo è Head of Innovation, un titolo che più disruptive non si può! E fedele al suo ruolo ha illustrato come il sistema bancario interpreti i cambiamenti epocali e, attraverso le nuove tecnologie, si sia evoluto da istituzionale rapporto banca-cliente a servizio “sartoriale”. Un cambio di marcia da manuale.

    • Marzio Gussago - In Pictet AM Italia ha trasformato il mondo degli investimenti finanziari in un viaggio verso un futuro “che è già realtà”. E se ancora dubitavamo che le Smart City potessero essere un volano finanziario, Marzio ci ha fatto cambiare idea. Attenzione a non perdere un treno importante: là dove i risparmiatori fantasticano, le imprese stanno già investendo da tempo.

  • Pietro Cozzi – Un plauso speciale al “papà” delle Alfa Romeo (“piccole” come le chiama affettuosamente lui), artefice della collezione e ospite della serata. Non era tra gli speaker ufficiali, ma ci ha regalato un bel testa a testa con Germano Lanzoni… oltre che il privilegio di trascorrere due ore accanto ai gioielli della produzione automobilistica italiana. Mica poco eh!

 

I motori sono già caldi per il prossimo appuntamento! Ma prima, ecco alcune foto della serata: 

 

Post Correlati