Cosa ci piace di giugno? L’estate che finalmente è iniziata, il buonumore di una giornata di sole, la voglia di uscire dopo mesi trascorsi in casa, gli incontri con le persone che non abbiamo potuto vedere per un po’… e tutte le digital news che anche questo mese l’online ci ha regalato, con tante features per aziende e brand!

Vuoi fare il pieno di idee e nuovi tips? In questo articolo parliamo di Facebook-Instagram e l'evoluzione del social commerce, di Google che li sfida con le Discovery Ads e il Customer Match sulla rete Display, di HubSpot che ha rilasciato l’annuale State of Marketing Report (trovi il link per scaricarlo a fondo pagina) e di tanti altri aggiornamenti. Sei pronto?

 

Snapchat

Tra i tantissimi aggiornamenti del mese, ecco quelli che i brand non possono proprio ignorare:

1. Arriva la piattaforma di learning Snap Focus

Vuoi muovere i primi passi su Snapchat o migliorare la gestione delle campagne di advertising? Snap Focus è la piattaforma di learning pensata per guidare gli utenti tra i trend di utilizzo di Snapchat, fornendo tips e best practice, con tanto di test finali per verificare e certificare le conoscenze acquisite.

2. Novità nel Discover con Happening Now

Da oggi, nella sezione Discover, c’è una nuova feature: Happening Now
La feature, creata per permettere agli utenti di rimanere aggiornati sulle ultime news, è stata realizzata da Snapchat in collaborazione numerosi player tra cui The Washington Post, BuzzFeed News, Bloomberg, NBC News, ESPN e Daily Mail.

1-snapchat

3. Dynamic Ads in rollout

Snapchat amplia il rollout di Dynamic Ads, funzionalità che semplifica notevolmente la realizzazione delle campagne sulla piattaforma. Infatti, una volta caricate informazioni e creatività, Dynamic Ads si occupa di adattarli ai vari template: all’utente non resta che scegliere il risultato più accattivante. Inoltre Dynamic Ads offre la possibilità di aggiornare in tempo reale alcune informazioni di prodotto.

2-snapchat

(fonti e foto: Social Media Today & We Are Social)

 

Facebook

Sempre attivo sul fronte news anche il social blu, che questo mese ha rilasciato ben 5 aggiornamenti:

1. Integrazione di Wikipedia nella ricerca Facebook

Iniziamo da una notizia che riguarda l’ormai costante lotta di Facebook alla disinformazione: con l’obiettivo di aggiungere un ulteriore livello di approfondimento a determinati risultati di ricerca, da alcuni giorni la piattaforma sta mostrando un box estratto da Wikipedia all’interno delle ricerche da desktop, simile al knowledge graph di Google. Il box contiene le informazioni salienti sul personaggio tratte da Wikipedia, il link al profilo Instagram ufficiale e alcuni risultati correlati, che mantengono la navigazione interna alla piattaforma. La mossa è chiara: proprio come Google, anche Facebook punta ad esaurire l’esperienza utente all’interno del proprio network

3-facebookdef

2. Facebook testa il cross-messaging

Continuano i test di Facebook per implementare l’app di messaggi su Instagram per permettere di visualizzare i messaggi di Messenger direttamente sul Direct Inbox. Questa funzione è solo parte di un piano più ampio, che prevede di avere funzionalità di “cross-messaging” tra Instagram, Messenger e Whatsapp: gli utenti avranno così la possibilità di inviare e ricevere messaggi da e su ognuna di queste app.

3. Arriva Venue, l’app incentrata sul coinvolgimento di eventi live

"Venue" è un nuovo strumento che promette di creare un maggiore coinvolgimento durante la visualizzazione di un evento in tempo reale. Un tentativo di togliere a Twitter il primato di luogo di condivisione durante un evento live? Ci sono un paio di differenze che segnano il vantaggio sulla piattaforma cinguettante. Infatti, se Twitter consente agli utenti di partecipare a una conversazione inserendosi su un unico hashtag, Venue è un'esperienza molto più curata: il commento viene fatto da commentatori esperti e selezionati, come giornalisti o atleti, mentre la partecipazione di una community più allargata avviene attraverso conversazioni o sondaggi attivati in momenti specifici.

4-facebookdef

4. Social commerce: Facebook lancia il tool di Email Marketing

È in fase di test la nuova funzionalità che permette di inviare email di marketing personalizzate direttamente dalle Pagine Facebook. Si tratta di uno strumento che, esattamente come un qualsiasi tool di Email Marketing, permetterà il caricamento di una lista email di contatti e la costruzione di tutti gli elementi della Newsletter. Una risorsa sicuramente interessante per tutte le piccole aziende presenti sul social.

5-facebookdef

5. Facebook potenzia Workplace

Proprio come sta accadendo su Messenger, Facebook introduce anche nel suo strumento professionale le Stanze (Rooms) che possono ospitare in video chat private fino a 50 utenti contemporaneamente.

La seconda novità che riguarda Workplace è Oculus for Business, finalmente disponibile a tutte le aziende che lo potranno utilizzare per realizzare una formazione professionale immersiva e incontri virtuali. Un esempio? Il Johnson & Johnson Institute sta formando chirurghi con Oculus, aiutando a migliorare i risultati dei pazienti.

(fonti e foto: Social Media Today, Michael Vittori, The Verge)

 

Instagram

Alle Facebook news non possono che seguire quelle di Instagram. Il colosso blu in questi mesi sta costantemente rilasciando aggiornamenti, con un occhio di riguardo per brand e creators.

1. Tag di prodotto nelle descrizioni

Accanto agli Shopping tag ormai utilizzatissimi nelle immagini, Instagram sta testando la possibilità di inserirli anche all'interno dei testi dei post. Il funzionamento? Sarà sufficiente un tap sul tag nella descrizione e si aprirà l'anteprima della scheda prodotto collegata all'e-Commerce.

La novità, al momento disponibile solo per alcuni brand/influencer, è un altro passo in avanti nell'integrazione diretta tra piattaforma social e e-Commerce.

2. Arrivano le Ads su IGTV e i badge per la monetizzazione dei creators

Le inserzioni sono sbarcate sul posizionamento IGTV: i video pubblicitari, pensati per il mobile con una lunghezza massima di 15 secondi, appaiono quando gli utenti fanno tap per guardare i video IGTV dalle anteprime nel loro feed.
La novità assoluta è che Facebook condividerà gli introiti delle Ads con i creator di Instagram grazie ai badge.

Cosa sono i badge? Una funzione che permette ai follower di supportare i propri creator preferiti con una sorta di donazione durante le live.
Questa soluzione incentiva i creator a produrre sempre nuovi contenuti che aumentano la permanenza degli utenti sulla piattaforma, e premia i follower che scelgono di usare i badge in Live con funzionalità aggiuntive.

3. Sticker Plans: la nuova frontiera dei meeting

Lo sticker “Plans” è la nuova feature che permette agli utenti di organizzare dei meeting online dal proprio profilo Instagram, con un link diretto ad una Facebook Rooms.

Grazie allo sticker Plans sarà possibile aggiungere alle Stories le informazioni necessarie per permettere a coloro che le visualizzano di partecipare al meeting e di vedere chi, tra gli altri amici, è interessato a partecipare.

6-INSTAGRAMdef

(fonti e foto: Instagram, Social Media Today, Michael Vittori)

 

Google

Il motore di ricerca più famoso al mondo inaugura l’estate con due novità legate al mondo delle Ads:

1. Google Ads estende il Customer Match alla rete Display

Il Customer Match, strumento molto preciso ed efficace nelle campagne di remarketing, upsell e crossell è l’equivalente della custom audience di Facebook.

Finora era stato possibile utilizzarlo soltanto nelle campagne su rete di ricerca, Shopping e Gmail, ma finalmente Google Ads ha esteso il suo Customer Match anche alla rete Display. Per poter iniziare a utilizzare il Customer Match, l’account del brand deve rispettare tre requisiti:

  • Almeno 90 giorni di storico su Google Ads
  • Una soglia di 50.000 € di spesa complessiva dall'apertura dell'account
  • Un buono storico in merito a rispetto di policy e pagamenti

 

2. Le Discovery Ads sfidano Facebook

Il colosso di Mountain View ha rilasciato a livello globale una nuova tipologia di campagna con un formato 100% visuale che "minaccia" di rubare budget alle Facebook Ads.

La Discovery è una formula di advertising basata su interessi e comportamenti del pubblico (di Google ha milioni di dati a disposizione), che fa leva sulla domanda latente; attraverso il feed Discover, YouTube e Gmail il nuovo format raggiungerà 3 miliardi di utenti con inserzioni composte da immagini singole o carosello: un visual di grandissimo impatto, in tutto e per tutto simile alle Social Ads Facebook

(fonte: Google Ads)

 

LinkedIn presenta il "Current Status"

Sembra proprio che LinkedIn stia testando una nuova feature per dare la possibilità agli utenti di personalizzare il proprio "Current Status": si tratta di una stringa di 75 caratteri, con cui condividere ciò che si sta facendo o pensando in tempo reale.

Le potenzialità di questa feature in ambito business sono tante: promuovere gli eventi e ampliare il proprio networking, iniziare delle conversazioni su un tema specifico o esprimere la propria personalità.

8-LINKEDINdef

(fonte e foto: Social Media Today)

 

Twitter

E Twitter? Di certo non resta a guardare i propri concorrenti. Infatti solo nell'ultimo mese ha regalato agli utenti:

1. Fleets e nuovi formati audio

Anche su Twitter arrivano ufficialmente le Stories: dopo il lancio in Brasile, la nuova opzione è disponibile in Italia. Simile alle Stories Instagram, Fleets è un nuovo pannello di icone arrotondate del profilo utente, posizionato nella parte superiore della home: il tap sull'icona conduce ai post a schermo intero che scompaiono dopo 24 ore.

9-TWITTERdef

2. Tweet audio “Hear and Now”

Twitter sperimenta anche i tweet audio “Hear and Now”, attraverso clip collegate ai tweet ed evidenziate in un segmento speciale. La funzione non è del tutto nuova (già nel 2018, infatti, Twitter aveva lanciato il live streaming audio), ma la facilità con cui ora è possibile incorporare audio nativi potrebbe fornire un nuovo valore alla funzionalità!

10-TWITTERdef

3. Nuove impostazioni di conversazione

Al via anche i test sulle impostazioni, con cui gli utenti potranno avere una nuova e piena gestione delle proprie conversazioni: prima di scrivere un tweet sarà possibile scegliere a quali profili consentire di rispondere. Le opzioni sono tre: tutti (impostazione predefinita), solo gli account seguiti, solo le persone menzionate nel tweet.

(fonti e foto: Social Media Today & Twitter)

 

HubSpot rilascia lo State of Marketing Report 2020

Chiudiamo la digital news del mese con un contenuto extra: lo State of Marketing Report 2020 di HubSpot.

Il gigante dell’Inbound Marketing anche quest’anno ci regala un report realizzato con la collaborazione di oltre 3000 tra i migliori marketer al mondo e pensato per aiutare le aziende a migliorare le proprie strategie e raggiungere con successo gli obiettivi prefissati.

Scarica qui!

 

Post Correlati